pagina inizialeArcivescovo, biografia, stemma, ingresso in diocesi, omelie, agenda, segreteria, ...arcidiocesi, cenni storici, vicarie, parrocchie, santo patrono,...organigramma, curia vescovile, vicario generale, settori e coordinatori, vicari foranei, cancelleria, uffici, organi consultivi, ...presbiteri, diaconi, vita consacrata, ...altri enti, seminari, musei, biblioteca, archivio, ...laici, aggregazioni laicali presenti in diocesi, ...media, stampa diocesana, photogallery, video, ...archivio news ed eventi in ordine cronologico, ...contatti, e-mail, telefono, fax, ...

Menu 

Arcivescovo

Biografia
Stemma
Ingresso in Diocesi
Ingresso in Squillace
Piano Pastorale
Lettere Pastorali
Omelie
Briciole di riflessioni
Documenti
Agenda
Segreteria

  ARCIVESCOVO > Catanzaro, Ingresso in Diocesi

L'INGRESSO IN DIOCESI - IL  FOTORACCONTO
a cura di Gaetano Zaccato - Catanzaro 29 maggio 2011


Catanzaro, bagno di folla per il nuovo Pastore: "Sto accanto a voi"
Catanzaro 29 maggio 2011

di Domenico Marino


Bagno di folla, grande festa popolare e intensi momenti di fede per il primo abbraccio di monsignor Vincenzo Bertolone a Catanzaro e all'arcidiocesi.
In piazza c’erano pure centinaia di fedeli giunti da Cassano e dal resto della nostra comunità diocesana, che non hanno esitato a viaggiare per centinaia di chilometri per essere, una volta ancora, accanto al loro pastore.
Nel cuore di Catanzaro, di fronte alla chiesa dell'Immacolata, anche gruppi di San Biagio dei Platani, il piccolo centro in provincia di Agrigento dove il vescovo del sorriso è nato il 17 novembre 1946. Numerose le autorità presenti alla cerimonia d’ingresso: il prefetto Antonio Reppucci; l’amministratore apostolico dell'arcidiocesi, monsignor Antonio Ciliberti, arcivescovo uscente; e le massime autorità cittadine e regionali a cominciare dal neo sindaco Michele Traversa, proclamato solo due giorni prima.
Ancora, la vice presidente della Regione, Antonella Stasi; il deputato Mario Tassone; il senatore Vincenzo Speziali, i consiglieri regionali Franco Morelli e Mario Magno; molti sindaci; il presidente della Corte d’Appello, Gianfranco Migliaccio; il procuratore della Repubblica, Vincenzo Antonio Lombardo.
Numerosa anche la rappresentanza degli altri presuli della Calabria: monsignor Salvatore Nunnari, arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano; monsignor Santo Marcianò, arcivescovo di Rossano-Cariati; monsignor Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone-Santa Severina; monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, vescovo di Locri-Gerace; monsignor Luigi Cantafora, vescovo di Lamezia Terme e monsignor Vincenzo Rimedio, vescovo emerito di Lamezia. Messaggi augurali sono stati inviati dai cardinali Gianfranco Ravasi e Mauro Piacenza. Dopo il saluto di Michele Traversa quello del sindaco di Cassano, Gianluca Gallo, e le prime parole di monsignor Bertolone in un messaggio alle autorità: «Vengo come pellegrino e pastore, con il desiderio di essere un vostro compagno di viaggio. Il mio pensiero va soprattutto ai giovani, bisognosi di testimoni credibili». A seguire, sul palco, una rievocazione storica dell’ingresso in città di Papa Callisto eseguita dal gruppo Mirabilia. Poi l’ingresso solenne nella Basilica dell’Immacolata e la processione fino al Duomo, in un bagno di folla senza fine.

Dopo i saluti istituzionali alla città in piazza Prefettura, un corteo ha accompagnato il nuovo arcivescovo nella Cattedrale per la celebrazione eucaristica introdotta dal saluto liturgico di monsignor Ciliberti, che, a nome del presbiterio e di tutta l’arcidiocesi, ha rivolto al nuovo pastore un messaggio di benvenuto, consegnando al decano dei consultori, monsignor Raffaele Facciolo, la lettera apostolica con cui Papa Benedetto XVI lo scorso 25 marzo ha nominato monsignor Vincenzo Bertolone arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace.
Il presule si è quindi assiso alla cattedra episcopale prendendone possesso, assumendo la presidenza della celebrazione eucaristica con la sua prima omelia alla comunità diocesana.
«La Cattedrale con la sua solennità pare sottolineare l’inizio del mio ministero episcopale nella diletta e nobile Chiesa di Catanzaro-Squillace. Per me, ma credo per voi tutti e per tutta la popolazione, quella odierna è una giornata particolare», ha sottolineato monsignor Bertolone.
Si è poi rivolto fraternamente ai due arcivescovi emeriti dell’arcidiocesi, monsignor Antonio Cantisani e monsignor Antonio Ciliberti, agli arcivescovi e vescovi presenti «segno meraviglioso di fraterna comunione», al Superiore generale padre Giuseppe Civiletto e al Superiore provinciale dei Missionari servi dei poveri (Congregazione cui il presule appartiene per nascita carismatica) padre Geatano Rinaldi, alle autorità e a tutti i fedeli. «Sappiate da subito - ha detto monsignor Bertolone - che sto accanto a voi: voglia il Signore favorire le collaborazioni per il bene e la crescita della nostra Chiesa».
Ha poi avuto parole di speranza e di incoraggiamento per i diaconi, i seminaristi, i consacrati e consacrate, le famiglie, i giovani.
E pure per i non credenti i membri delle altre chiese.

 

   L'Arcivescovo
 

Mons. Vincenzo Bertolone

 

 

 
     

web project management ® WEB STUDY

info ottimizzazioni - note legali