Home Arcivescovo Arcidiocesi Organigramma Uffici Enti culturali Archivio Contatti

Stemma

Testificari evangelium gratiae” (At 20,24): questo il motto che accompagna lo stemma episcopale di monsignor Angelo Raffaele Panzetta, Amministratore Apostolico dell'arcidiocesi metropolitana di Catanzaro-Squillace.
Un motto che è ispirato alle parole che l’Apostolo Paolo rivolge agli anziani di Efeso dopo averli fatti giungere da lui a Mileto e ricorda la sintesi reale del compito affidatogli da Gesù, che è quello di “rendere testimonianza al vangelo della grazia di Dio” (testificari evangelium gratiae Dei).
Riguardo allo stemma dell’arcivescovo Panzetta, si tratta di uno scudo inquartato d’argento e d’azzurro. L’ornamento esterno allo scudo, caratterizzante lo stemma di un Arcivescovo, oltre ai venti fiocchi verdi, è la croce astile arcivescovile. Tale croce, detta anche “patriarcale”, a due bracci traversi, identifica appunto la dignità arcivescovile.
Il castello, che campeggia nel quarto quadrante, vuole richiamare sia l’origine di don Angelo, Pulsano nel tarantino, nel cui centro sorge il castello De Falconibus, sia i luoghi di destinazione, le terre crotonesi, ricche anch’esse di castelli medievali.
Sul quadrante superiore appare la stella, classico simbolo dell’iconografia mariana che ricorda il santuario di Pulsano dedicato alla Madonna di Lourdes ma costituisce anche richiamo alla Stella Maris uno dei tanti titoli assegnati a Maria, la nostra Madre Celeste.
La fiamma, posta nel primo quadrante, simboleggia la grazia pentecostale dello Spirito Santo che dovrà illuminare il Vescovo Angelo, chiamato a guidare questa porzione del popolo di Dio affidato alle sue cure pastorali, una porzione della Chiesa qui raffigurata dalla barca di Pietro, spinta dal vento dello stesso soffio divino.
I colori dello scudo sono l’argento e l’azzurro: il primo è il colore della trasparenza, quindi della Verità e della Giustizia; l’azzurro è adottato come colore della incorruttibilità del cielo, delle idealità che salgono verso l’alto; rappresenta il distacco dai valori terreni e l’ascesa dell’anima verso Dio.

Torna su

Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro Squillace