pagina inizialeArcivescovo, biografia, stemma, ingresso in diocesi, omelie, agenda, segreteria, ...arcidiocesi, cenni storici, vicarie, parrocchie, santo patrono,...organigramma, curia vescovile, vicario generale, settori e coordinatori, vicari foranei, cancelleria, uffici, organi consultivi, ...presbiteri, diaconi, vita consacrata, ...altri enti, seminari, musei, biblioteca, archivio, ...laici, aggregazioni laicali presenti in diocesi, ...media, stampa diocesana, photogallery, video, ...archivio news ed eventi in ordine cronologico, ...contatti, e-mail, telefono, fax, ...

Natale 2011


Natale 2011


Duomo di Catanzaro, 25 dicembre 2011
 
dall'Omelia dell'Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone

“Mentre un profondo silenzio avvolgeva tutte le cose, e la notte era a metà del suo corso, la tua parola onnipotente scese dal cielo, dal suo trono regale” (Sap 18,14).
Eccellenza carissima, diletti confratelli, cari fratelli e sorelle, la frase appena ascoltata è quella che riecheggia nella liturgia odierna: il silenzio è lo spazio della nascita di Dio; è lo spazio del Bambin Gesù.
Il mistero del Natale che stiamo celebrando ci invita a riscoprire, tra il frastuono di luci e suoni della nostra civiltà, proprio la dimensione del silenzio nella quale agisce Dio. In esso risiedono la coscienza, ciò che è eterno in noi, la capacità di ascoltare Dio. Fare silenzio significa trovare un nuovo ordine e una nuova disposizione interiore; significa non mirare esclusivamente alle cose che si è capaci di rappresentare e di mostrare; vuol dire non rivolgere lo sguardo soltanto a ciò che ha valore tra gli uomini. Ciò comporta il recupero del senso religioso della vita, per sentire la voce di Dio che bussa alla porta di questo nostro mondo per donarci se stesso.
Bussa alla porta, il Bambino Gesù, anche alla ricerca di rifugio, poiché ha voluto diventare un essere che dipende da altri, che come primo gesto protende le mani cercando protezione. Il Dio che si fa piccolo per noi, infatti, non viene con potenza e grandiosità, ma come neonato bisognoso d’aiuto. Nient’altro vuole da noi se non il nostro amore, mediante il quale impariamo spontaneamente a sintonizzarci coi Suoi sentimenti, col Suo pensiero e con la Sua volontà Egli ci toglie la paura della sua grandezza. I veri e supremi valori si presentano così sotto l’insegna dell’umiltà e del nascondimento, perché Dio ha posto definitivamente il segno della piccolezza come distintivo essenziale della Sua presenza in questo mondo....
continua >>
 

 

DOCUMENTO INTEGRALE


 




Video Messaggio Natale 2011
S. E. Mons. Vincenzo Bertolone
Arcivescovo Metropolita di Catanzaro Squillace
24 dicembre 2011

 
 





 

 

 

 

 

  

    Photogallery


 

 

 
     

web project management ® WEB STUDY

info ottimizzazioni - note legali